Un luogo di pace e spiritualità

Don Pietro Cesena, parroco della chiesa dei Santi Angeli Custodi di Borgotrebbia, ha assunto l’incarico di amministratore parrocchiale di Verdeto per impedire la dispersione di quanto resta del patrimonio della Pieve e garantire la conservazione di questo nucleo storico religioso paleocristiano, il punto esatto in cui s’insediò il cristianesimo nella zona di Agazzano, tra le prime di tutta la provincia.

Clicca qui per visitare il sito ufficiale dell’Antica Pieve di Verdeto e per conoscere le date in cui vengono celebrate le Messe

L’Antica Pieve di Verdeto è una chiesa risalente all’epoca romanico-gotica situata nelle vicinanze di Agazzano (PC).

Le prime notizie della sua arcipretura sono dei 1123, ma la sua fondazione è molto più antica, senz’altro antecedente l’anno mille.

Nel 1123 il Vescovo Arduino ne aveva fatto dono alla Cattedrale di Piacenza. Successivamente, ossia il 15 luglio 1132, un atto dei Papa Innocenzo II° elenca tra i beni della Cattedrale otto Pievi e tra queste la Pieve di Verdeto con tutte le sue Cappelle, esentandola però dal versamento delle decime perchè le rendite della Pieve di Verdeto erano sin da allora assai modeste.

Verso la metà del Settecento la chiesa venne completamente rimaneggiata: venne infatti inserito l’altare maggiore in marmo policromo e fu decorata tutta la copertura della volta e delle pareti del presbiterio.

Gli affreschi, di eccezionale fattura e qualità sono fatti risalire alla scuola dei Bibiena e costituiscono un esempio di decorazione prospettica veramente molto rara.